I giorni che verranno - le parole della notte

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

I giorni che verranno

Poesie
 
 
 
 


"e mi vengono in mente giorni che sono arrivati
e fuggiti  senza muoversi mai."


Vedrai querce maestose sul selciato
piangere foglie gialle e ghiande nude;
vedrai la pioggia calda dell'autunno
posarsi sui sentieri della mente
a dissetar momenti mai vissuti,
scene accadute ieri o forse mai.
Stasi di movimento in sospensione,
senza muoversi mai,  e mai fuggendo
il tempo si consuma in folle quiete
e tu, spalle al domani, occhi socchiusi,
affonderai le mani nella terra
e canterai la nenia della vita.
Vedrai la luna araba nel cielo
fendere il buio ai giorni che verranno.
©


Filippo Bozzali - www.coltempo.com

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu