Nun diri nenti - le parole della notte

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Nun diri nenti

Poesie




Nenti… nun diri nenti..
nun servunu paroli a stu mumentu.
Chiddu ca servi è sentiri 'u to cori:
lassa parrari a iddu.
Lassa parrari a iddu, amuri duci:
‘a vuci di lu cori nun traballa,
strazza la carni, sfunna li muntagni,
sdirruba mura, vola supra o’ mari,

e senza fari vidisi e tuccari
arriva ritta ritta unn’ha ‘rrivari.

Com'è putenti 'a vuci di lu cori!
Ti porta 'n celu a pettu di lu suli,  
ti fa vrazzari 'a luna 'i cuntintizza,
ma quannu ti fa chiangiri 'i duluri
fa larmicari 'u sancu stizza a stizza. ©

Filippo Bozzali - www.coltempo.com

 
 


Traduzione  
Non dire nulla.
Nulla…non dire nulla…/ non servono parole in questo istante/ quello che conta è sentire il tuo cuore:/ lascia parlare a lui./ Lascia parlare a lui, amore dolce:/ la voce del cuore non traballa, / strappa la carne, sfonda le montagne, / abbatte muri, vola sopra il mare, / e senza farsi vedere e toccare/ arriva dritta dritta dove deve arrivare./ Com’è potente la voce del cuore!/ Ti porta in cielo a cospetto del sole, / ti fa abbracciare la luna, per la gioia,/ ma quando ti fa piangere di dolore/ fa lacrimare sangue goccia a goccia.

 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu