Ti chiamerò malinconia - le parole della notte

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Ti chiamerò malinconia

Poesie


La pietra che tu stesso hai levigato
- e che rilancio a te,
perché muta sprofondi
nel grembo tuo melmoso -
custodirà per sempre,
scolpiti con il pianto,
i segreti di un bimbo oramai uomo,
i ricordi di un vecchio mai bambino.
Il silenzio del lago mi stordisce.
Liberato da un urlo
infine mi rivedo in te riflesso.
Un nome voglio darti, il nome mio:
ti chiamerò Malinconia.
©

Filippo Bozzali - www.coltempo.com

 
Enza Di Martino - Lago - Miniatura
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu