'n pettu a tia - le parole della notte

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

'n pettu a tia

Poesie


Se chiudu l’occhi, mi cumpari sempri,
e ogni vota ca veni si chiu bedda;
nun ti canusciu, nun t’haiu vistu mai,
nun sacciu comu su l’ucchiuzza toi.
Ma la to vucca pari di vidilla,
e quannu ridi tu lu munnu ridi.
è notti funna, ‘u scuru si fiddìa,
la luna mi lassau sulu stasira,
ma chi ci fa! Tu si ‘nti l’arma mia
e ‘u suli, ’n pettu a tia
è lumi di carrettu, e vaciddìa.
©


Filippo Bozzali - www.coltempo.com

Traduzione
In confronto a te
Se chiudo gli occhi, mi appari sempre/e ogni volta che vieni sei più bella;/non ti conosco, non ti ho mai visto/non so come sono i tuoi occhi/Ma la tua bocca sembra di vederla/e quando sorridi tu, il mondo sorride/E’ notte fonda, il buio si può fendere/la luna mi ha lasciato da solo questa sera/ma cosa importa! tu sei nella mia anima/e il sole, in confronto a te/è un lume di carretto,  e vacilla (barcolla, ma anche “non regge il paragone”).

 
Edvard Munch - Madonna
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu